5 DRITTE PER SVILUPPARE L'AUTODISCIPLINA

 

 

 

 

 

 

 

 

Dott.ssa Annalisa Barbier


Una lettrice mi ha chiesto un consiglio su come fare per sviluppare la capacità di autodisciplina.

Ma cosa è l’autodisciplina e perché è importante imparare a svilupparla?

 

L’autodisciplina è una capacità personale strettamente collegata alla motivazione e alla forza di volontà; la motivazione è il combustibile che serve per farci procedere nella direzione dell’obiettivo, mentre la forza di volontà è il conducente che incessantemente si dedica a mantenere la direzione giusta per raggiungere tale obiettivo.

Inoltre ricorda che l’autodisciplina ti servirà anche per imparare a RIFIUTARTI DI SODDISFARE DESIDERI NOCIVI O IRRILEVANTI (ad esempio mangiare fuori pasto se sei a dieta, fumare un’altra sigaretta se stai cercando di smettere, perdere tempo sui social se devi preparare un esame ecc.).

L’autodisciplina dunque è importante, poiché ci permette di raggiungere più facilmente e in modo ordinato i nostri scopi e realizzare i desideri che abbiamo nel cuore, senza perdite di tempo o spreco di energie. Può trattarsi di perdere peso, terminare l’università, scrivere un libro o diventare ginnasti provetti. In ogni caso l’autodisciplina è lo strumento perfetto che ci permette di avanzare, con tenacia e determinazione, verso i nostri obiettivi.

 

COME FARE DUNQUE?

 

1.   COSA VUOI DAVVERO?

Il concetto di autodisciplina ha a che fare con il desiderio di impegnarsi nel raggiungere un obiettivo MOTIVANTE. Perciò, la prima cosa che devi fare è comprendere bene cosa vuoi davvero, per fare leva sulla tua MOTIVAZIONE PERSONALE. E’ importante quindi stabilire una lista di obiettivi ed organizzarli in base all’importanza che rivestono per te:

·         Capire la rilevanza del tuo obiettivo rispetto agli altri che hai stabilito (ad esempio: è prioritario smettere di fumare o perdere peso rispetto a dare un esame, o viceversa?)

·   Definire i passaggi da seguire per poterlo raggiungere (nel caso di una dieta: contattare un dietologo, scegliere la dieta da seguire, acquistare eventuali integratori, modificare alcune abitudini di vita ecc.)

SUGGERIMENTO: Chiediti: “cosa mi renderebbe più felice e soddisfatto in questo momento della mia vita?”, quindi fai un elenco delle risposte, raggruppale suddividendole in macro aree (famiglia, salute e forma fisica, lavoro e denaro, amore, amicizie, studio ecc.) e successivamente mettile in ordine di priorità ed importanza per te. Il risultato sarà un elenco di obiettivi piccoli e grandi, a breve o lungo termine sui quali basarti per procedere.

 

2. RI-DEFINISCI GLI OBIETTIVI

  Per evitare di perdere tempo o di usare le tue energie in modo disordinato, è importante imparare a definire ogni obiettivo sulla base delle caratteristiche di realizzabilità, impegno, richiesta di tempo e risorse in modo da rendere più ordinati e misurabili i passaggi da fare e i progressi raggiunti.

SUGGERIMENTO: puoi ricorrere alla famosa tecnica S.M.A.R.T., una guida che ti permetterà di stabilire obiettivi specifici e concreti per raggiungere il tuo scopo. Definire un obiettivo SMART significa far sì che sia:

·            Specifico: un obiettivo specifico è più facile da realizzare rispetto ad un obiettivo confuso o generico. Ad esempio “voglio mangiare più frutta e verdura e meno dolci” piuttosto che dire “voglio mangiare più sano”;

·            Misurabile: stabilisci criteri concreti per misurare i progressi che farai. Ad esempio puoi dirti che per un mese sostituirai la carne rossa con il pesce;

     Accessibile: rifletti se possiedi le risorse (di tempo, di energia fisica e mentale ed economiche) per poter perseguire al meglio il tuo obiettivo.

 

·         Realistico: un obiettivo ambizioso, per essere realistico, potrebbe richiedere un impegno molto intenso; devi decidere tu quanto in alto vuoi puntare anche in base alle tue disponibilità (vedi sopra: accessibile). Gli obiettivi ambiziosi esercitano una maggior forza motivazionale, ma se sono irrealistici ottengono l’effetto opposto: frustrazione e resa.

·        empificato: è importante stabilire una scadenza finale, perché senza di essa manca la capacità di organizzare il lavoro da fare per raggiungere l’obiettivo, e la motivazione si affievolisce. Fissare anche scadenze intermedie, nel caso di obiettivi di medio lungo termine, aiutano a definire i progressi e a riorganizzare il da farsi per il raggiungimento finale

 

     3. PRESENZA CONSAPEVOLE

A questo punto è importante imparare ad osservare te stesso durante la giornata, per esercitare un controllo volontario e cosciente sulle tue azioni, facendo in modo che siano sempre indirizzate verso il raggiungimento del tuo scopo, ed evitando i comportamenti controproducenti o dannosi che ti allontanano da esso. Ad esempio, se sei a dieta e ti accorgi che spesso tendi a mangiare fuori pasto per noia o tristezza, impara a monitorare questa tua tendenza per poterla contrastare e sostituire con un comportamento più sano (ad esempio fare qualcosa di piacevole invece di mangiare).

·         SUGGERIMENTO: le pratiche di Mindfulness informale sono estremamente adeguate e utili per insegnarti ad essere presente a te stesso durante la giornata, permettendoti di essere cosciente e consapevole di ciò che fai. Si tratta di semplici pratiche, finalizzate a portare la consapevolezza piena in una qualsiasi attività quotidiana che svolgi: dal lavarti i denti al vestirti, o al mangiare. Guarda il video

 

4.    ESERCITA LA VOLONTÀ

E’ vero quando si dice che la volontà è come un muscolo: va esercitata! Per renderla più forte e determinata e far si che ti supporti nella realizzazione dei tuoi obiettivi, devi imparare ad esercitarla esattamente come faresti con un muscolo.

·         SUGGERIMENTO: impegnati ogni giorno a fare almeno una di queste tre cose: a) rinuncia ad una piccola abitudine (ad esempio a leggere il giornale a colazione, o mangiare cioccolata dopo cena); b) sostituisci una vecchia abitudine con una cosa nuova (ad esempio invece di preparare la borsa di corsa prima di uscire, fallo appena sveglio) oppure c) fai una cosa abitudinaria in maniera diversa (ad esempio fai una strada diversa per andare a lavoro, lavati i denti con la mano sinistra ecc.)

 

5)    5. PREMIATI PER OGNI PROGRESSO FATTO

Infine PREMIATI per ogni successo ottenuto, per ogni progresso fatto nella direzione dei tuoi obiettivi! E’ importante gratificarti per il tuo impegno poiché questo manterrà alta la tua motivazione e ti aiuterà a sostenere meglio sacrifici ed impegno che inevitabilmente accompagnano le nostre sfide più grandi.

SUGGERIMENTO: ogni sera compila un “diario del successo” su quale annoterai tutti i piccoli e grandi passi che hai fatto durante la giornata. Ad esempio se sei a dieta, annota di aver seguito la dieta ad ogni pasto, o di aver saputo rinunciare al dolce; se il tuo obiettivo è preparare un esame, annota le pagine che hai studiato. Ti accorgerai di quante piccole cose hai fatto per ottenere i risultati desiderati e ti sentirai felice e motivato a continuare.

 

ARTICOLI CORRELATI: supera gli ostacoli con il metodo ANTI FIFA; 12 modi di pensare sano; correggere i pensieri negativi; le 4 must-urbazioni mentali più dannose

Scrivi commento

Commenti: 0